La Commissione Scotista Internazionale è una équipe di specialisti impegnata nell'edizione critica delle opere del Beato Giovanni Duns Scoto

  • Le Opere di Duns Scoto, più volte ristampate nei secoli precedenti, avevano bisogno di una grande revisione, per essere liberate dai molti errori degli amanuensi e dalle interpolazioni fatte dai discepoli. Non era più possibile studiare Scoto in quelle edizioni. Si imponeva un'edizione critica seria, basata sui manoscritti. Era la stessa esigenza che si era avvertita per le Opere di san Bonaventura e di san Tommaso. Questo onere fu affidato dal Ministro generale dell'Ordine dei Frati Minori e dal suo Definitorio ad un'apposita équipe di studiosi.
  • Nel 1927 venne istituita nel Collegio di S. Bonaventura a Quaracchi, la Sezione Scotista. Nel 1938 fu trasferita nel Collegio di Sant’Antonio a Roma come "Commissione per l’edizione critica delle opere di Giovanni Duns Scoto". Nel 1970 essa fu aggregata alla Pontificia Università Antonianum.
  • La Commissione Scotista ha da poco completato l'edizione completa dell'opera principale di Giovanni Duns Scoto, il Commento alle Sentenze di Pietro Lombardo, nelle sue due redazioni: la Lectura (6 volumi) e l'Ordinatio (14 volumi). Attualmente è impegnata nella composizione di due volumi che conterranno l'indice generale delle fonti dirette ed indirette presenti in tutto il Commento e un indice tematico delle principali voci dell'opera.

Per maggiori informazioni si veda la sezione: Storia della Commissione

Cerca nel sito

Work in progress

 

Pubblicazioni della Commissione